Come battere il mercato azionario

Battere il mercato azionario è quasi impossibile,ma questo non significa che nel breve periodo le Borse siano efficienti, e non si riesca a portare a casa qualche pasto gratis, perché nel breve periodo i titoli non sono sempre correttamente valutati.
Nel breve, a volte, seguono un percorso casuale.
Nel lungo periodo invece i mercati azionari sono efficienti, significa che difficilmente riuscirai a batterli.

Se il mercato è efficiente si otterrà un rendimento normale, se il mercato non è efficente siriuscira a ottenere un extra rendimento..
Sono decenni che si discute sull’efficienza de mercati, secondo Fama può essere divisa in tre categorie efficiente forte,semiforte, debole.

Facciamo un esempio?

Se acquisti e vendi azioni per cercare di lucrare sulla differenza del prezzo signifca che nel lungo periodo difficilmente riuscirai a guadagnare di più rispetto al guadagno registrato dall’azione nel periodo di riferimento. Perchè acquistare e vendere di continuo ti espone a maggiori rischi, e questo rischio deve essere ripagato, costa di più che acquistare un titolo azionario e tenerlo per lungo peridio.
Ci sono le commissioni, c’è la differenza tra denaro e lettera, anche questo è un costo che in molti non prendono in considerazione, ci sono le tasse che paghi sui guadagni di Borsa, la Tobin Tax.

Perchè i mercati azionari non si possono battere?

Alla teoria che i mercati azionari non si riescono a battere ci viene in aiuto il rendimento dei Fondi Attivi, quelli che movimentano spesso il portafoglio titoli, e non replicano l’indice come fanno i Fondi Passivi.
I Fondi attivi in tutto il mondo sono pochi quelli che riescono a battere il mercato.
Anzi il loro rendimento è di molto inferiore al guadagno dell’indice di riferimento, con costi di gestione più alti.

I test per capire s eun mercato è efficiente.

Chiaramente in questo articolo abbiamo semplifica, e questo non basta per confermare l’ipotesi che i mercati azionari sono efficienti, il metodo più semplice è calcolare il rendimento dei titoli azionari, e calcolare la correlazione su diversi periodi di riferimento. Qui mi fermo ma se vuoi saperne di più sull’efficienza dei mercati c’è un ampia letteratura e po cercare con i motori di ricerca la parla chiave F. Fama,L. Fischer, M. Jensen, R.Roll.

E’ normale che su centinaia di Borse sparse per il globo e migliaia di titoli azionari ce ne saranno alcuni inefficienti altri efficienti. Ma come individuare i titoli inefficienti in modo da ottenere un extra guadagni?
Non è facile perchè selezionare i titoli ha un costo ma ci vengono in aiuto la correlazione e la cointegrazione