Volatilità di un titolo calcolo

L’investimento azionario può essere considerato un investimento rischioso.
Ma come si misura il rischio di un titolo azionario, o di un portafoglio?
Quante volte avrai letto sui giornali finanziari o nei siti che si occupano di finanza questo titolo azionario è molto volatile, questo ha una volatilità bassa.

Ecco, la volatilità è la misura del rischio e serve per farci capire quanto sono variabili i prezzi di un titolo azionario al rialzo o al ribasso.
Più la volatilità è alta più il titolo azionario è rischioso, si possono conseguire alti guadagni ma anche forti ribassi.
Di solito i titoli più volatili sono quelli del settore delle tecnologie, del settore delle biotecnologie.
E negli ultimi anni ha causa della grave crisi che stanno attraversando anche i titoli bancari sono tra quelli più volatili.

Cos’è la volatilità e come si calcola?

Abbiamo già detto che la volatilità ci indica la variabilità del rendimento di un titolo o di un portafoglio e si calcola con la deviazione standard.
Si calcola con la deviazione standard, il suo simbolo è la lettera greca sigma.
E come il coefficiente beta si calcola sul rendimento di un titolo azionario.
Prima calcoli la deviazione standard, con un foglio di calcolo ti basterà inserire in una cella la formula dev.st.
E poi per annualizzare la volatilità la moltiplichi per la radice quadrata di 252 che sono i giorni di Borsa aperta in un anno .